Il Termometro per il monitoraggio della fertilità

Ott
2020
22

Il Termometro per il monitoraggio della fertilità: individuare il periodo fertile

Desideri rimanere incinta ma il bebè tarda ad arrivare? C’è un metodo molto semplice che puoi provare per aumentare le probabilità di concepire: puoi, cioè, tenere presente qual è il tuo periodo fertile, per essere sicura di avere rapporti nel momento in cui, per te, è più facile restare incinta. 

Per individuare il periodo del mese in cui è più probabile concepire, esistono metodi naturali e non invasivi, come il termometro per il monitoraggio delle fertilità. In questo articolo, ti spiegheremo dettagliatamente come funziona.

Dobbiamo però premettere che, quando si decide di allargare la famiglia, riuscire a restare incinta potrebbe non essere così facile: molte donne incontrano difficoltà a concepire. Questo può essere dovuto a diversi fattori, da quelli fisici a quelli psicologici (stress e ansia), incluso lo stile di vita che, a volte, può ostacolare l’instaurarsi della gravidanza (ad esempio, una dieta alimentare scorretta, il sovrappeso e l’obesità, l’alcool e il fumo). 

Se anche tu stai provando ad avere un bambino ma ancora non arriva, oltre ad effettuare tutti i controlli del caso, può esserti utile sapere come tenere monitorato il tuo periodo di fertilità. Vediamo insieme come.

 

Cos’è il periodo fertile

Il periodo fertile equivale con la fase del ciclo nella quale per la donna è possibile concepire. Ciò avviene, grosso modo, nei 5-7 giorni precedenti l’ovulazione e nel giorno stesso. Nel corso della fase ovulatoria, infatti, l’ovulo raggiunge la fase di maturazione e viene rilasciato dalle ovaie alle tube, dove avrà la possibilità di essere fecondato dagli spermatozoi per le successive 24 ore circa. Gli spermatozoi, già presenti all’interno delle tube da rapporti precedenti sono, quindi, in grado di fecondare l’ovulo, perché possono sopravvivere diversi giorni in quell’ambiente.  Ma quanto dura, dunque, il periodo fertile? Solitamente si tratta di un lasso di tempo di circa 6 giorni, nei quali la donna ha maggiori probabilità di restare incinta.

 

L’ovulazione

L’ovulazione avviene quando sono trascorsi mediamente 14 giorni dalla comparsa delle mestruazioni, anche se occorre tener presente che possono esistere variazioni da donna a donna per quanto riguarda la durata dell’ovulazione. In alcune, infatti, il ciclo ha una durata di 28 giorni, in altre, invece, può essere più lungo. Come anticipato, essere a conoscenza dei ritmi del proprio corpo è essenziale quando si desidera una gravidanza. Perciò, è utile segnare sul calendario le proprie fasi, in modo da sapere a quanti giorni corrisponde il ciclo e quando avverrà la fase più fertile, che “da manuale” ha una durata di 6 giorni, ma può prolungarsi fino a 7 oppure, viceversa, essere ancor più breve.

Quanti giorni prima dell’ovulazione si può, quindi, rimanere incinta? Ricapitolando, le più alte probabilità si verificano nei 5-7 giorni precedenti all’ovulazione, ma possono variare da donna a donna.

 

Periodo fertile e rapporti mirati

Per chi desidera avere un bambino, dunque, il metodo più semplice per aumentare le probabilità di rimanere incinta è quello di avere rapporti nei giorni fertili. La gravidanza arriverà sicuramente, in questo modo? In realtà, non esiste la certezza matematica che ciò avvenga in tempi brevi: ogni donna è un universo a sé e, in materia di concepimento, entrano in ballo moltissime variabili, ad esempio lo stress, lo stile di vita, l’età, eccetera. E lo stesso discorso vale anche per il partner! Tuttavia, se si prediligono i giorni fertili per avere rapporti, sicuramente le probabilità di concepire saranno più alte.

 

Termometro per il monitoraggio della fertilità

In che modo, allora, è possibile monitorare il proprio ciclo per sapere quali saranno i giorni più proficui? Sappi che esistono apparecchi all’avanguardia che possono aiutarti a capire quando avrai maggiori probabilità di concepire. Si tratta di termometri che, misurando la temperatura basale (cioè la temperatura del corpo al risveglio, ancora prima di alzarsi dal letto ed iniziare le attività della giornata), sono in grado di indicarti, di volta in volta, i tuoi giorni più fertili.

Infatti, la temperatura basale varia nell’arco del ciclo mestruale a causa dei cambiamenti ormonali: prima dell’ovulazione, si attesta mediamente sui 36,2-36,9 °C; nei giorni appena precedenti (quelli più fertili), scende di circa mezzo grado, per poi aumentare di nuovo fino ai giorni subito antecedenti la comparsa delle mestruazioni (sui 37°C). Analizzando queste oscillazioni, è possibile, di conseguenza, stimare in quali giorni sarà più facile restare incinta. 

Come funziona il termometro per il monitoraggio della fertilità? È molto semplice: si misura la propria temperatura appena sveglie (meglio se sempre alla stessa ora) e si annotano i valori in modo da avere sott’occhio l’andamento della temperatura nel corso del ciclo, dal primo giorno delle mestruazioni in poi. Una volta raccolti i dati, si potranno facilmente determinare i giorni in cui è più probabile concepire, cioè quelli in cui la temperatura è più bassa (poco prima dell’ovulazione) e nelle 48 ore successive.

Medel ha realizzato un innovativo sistema per misurare la temperatura basale e aiutarti a individuare il periodo migliore per tentare il concepimento. Fertyl è un termometro di altissima precisione che serve a monitorare la fertilità ed è associato ad Ovy, un’app specificamente studiata per semplificare la raccolta dei dati. Con questo sistema, potrai calcolare in modo molto semplice i tuoi giorni fertili, tenere sotto controllo il ciclo mestruale e annotare altri segnali del corpo ed informazioni utili (come libido, emozioni, umore, assunzione di farmaci, eccetera).

Desideri avere un bambino e aumentare le probabilità di restare incinta? Nella pagina dedicata a Fertyl potrai trovare tutte le informazioni relative a questa innovativa tecnologia. In allegato, troverai anche il manuale e la scheda tecnica del termometro, con tutte le indicazioni su come utilizzare l’app. Per qualsiasi informazione sul termometro basale e sul suo impiego, contattaci senza impegno scrivendo una e-mail all’indirizzo info@medelinternational.com

In conclusione, ecco qualche consiglio su come incrementare ulteriormente la probabilità di rimanere incinta: 

  • riduci (o, meglio ancora, elimina) abitudini scorrette, come il vizio del fumo e il consumo eccessivo di alcool; 
  • mangia in modo equilibrato, fai esercizio fisico regolare ed esponiti (senza esagerazioni) alla luce del sole, che fornisce un apporto naturale di vitamina D; 
  • non trasformare il sesso in una forzatura: anche se sei concentrata sull’avere un bambino con il tuo partner, cerca sempre di vivere i rapporti in maniera gioiosa e naturale, senza che diventino un motivo di ansia o di stress!

 

All products