Fertilità ed estate: la stagione migliore per concepire

Ago
2021
19

Quale sia la stagione migliore per concepire è uno degli interrogativi che più spesso si pongono le coppie desiderose di avere un figlio, specialmente quelle in età più matura. A volte, infatti, la gravidanza può non arrivare subito e, di conseguenza, si tende a cercare di concentrare i tentativi per concepire nel periodo più propizio.

Qual è, dunque, il mese migliore per concepire? Ci sono dei momenti dell’anno in cui la fertilità risulta maggiore? In questo articolo approfondiremo proprio questi argomenti.

Lo faremo iniziando col dire che l’estate, secondo diversi studi, sembra delinearsi quale il periodo migliore per rimanere incinta. Ciò è dovuto a diverse motivazioni:

  • Le temperature più elevate, infatti, incoraggiano a idratarsi maggiormente, a prediligere cibi freschi (più frutta e verdura), e a ridurre il consumo di bevande alcoliche. Tutte abitudini che, oltre a giovare alla salute, sicuramente aumentano le probabilità di concepire un figlio;
  • L’arrivo della stagione estiva e delle ferie – di cui solitamente si gode in questo periodo – agevolano il rilassamento e contribuiscono a far diminuire le fonti di stress. Aumenta generalmente, in questi mesi, anche il tempo da poter dedicare all’intimità di coppia. Questi sono senza dubbio altri fattori che incidono positivamente sulla possibilità di rimanere incinta;
  • Il tempo trascorso all’aria aperta e la maggiore propensione a fare movimento sono altri aspetti che favoriscono la gravidanza;
  • A ciò va aggiunto il fatto che i raggi solari favoriscono l’assorbimento della vitamina D, sostanza importantissima nel favorire la fertilità, sia maschile che femminile. La vitamina D, difatti, è anche in grado di aumentare la motilità degli spermatozoi e la qualità degli ovuli; inoltre stimola la produzione della melatonina, un ormone fondamentale per la regolazione del ciclo riproduttivo della donna.
  • Oltre ai punti precedenti, è da menzionare il fatto che, con le temperature più alte e l’aumento dell’esposizione alla luce del sole, anche chi si sia sottoposta – o si stia sottoponendo – a terapie per la fertilità, ha maggiori probabilità di rimanere incinta.

Se, dunque, desideri allargare la famiglia e ti stai chiedendo in che mese sia più facile concepire, sappi che la stagione estiva risulta essere la più favorevole a questo intento.

 

Il calcolo dei giorni fertili per rimanere incinta

A tutto ciò è utile aggiungere ulteriori considerazioni, legate più propriamente ai giorni di maggiore fertilità delle donne. È, infatti, possibile osservare una sorta di calendario della fertilità che aumenti le probabilità di arrivare al concepimento.

Quali sono, quindi, i giorni in cui la fertilità femminile è più elevata? Abbiamo approfondito tale argomento in un articolo dedicato proprio a come calcolare il momento migliore per concepire grazie al termometro per il monitoraggio della fertilità femminile.

Si tratta di un metodo naturale e non invasivo che permette di monitorare il ciclo riproduttivo attraverso la misurazione della temperatura basale. Vuoi saperne di più? Leggi l’articolo su come determinare i tuoi giorni fertili misurando la temperatura basale.

 

Consigli per rimanere incinta rapidamente

Oltre a questo, esistono anche altri consigli su come favorire la fertilità femminile:

  • Seguire un’alimentazione sana e bilanciata. La dieta mediterranea, ricca di frutta e verdura fresca, cereali integrali, legumi, olio extravergine di oliva e povera di grassi saturi, ad esempio il burro, è l’ideale per mantenersi in salute e favorire il concepimento.
  • Di pari passo, è importante mantenere il più possibile il proprio peso forma, perché il sovrappeso e l’obesità ostacolano la produzione degli ovociti (e anche degli spermatozoi). Allo stesso modo, il sottopeso rappresenta una minaccia per la fertilità, sia maschile che femminile.
  • Abbandonare abitudini nocive come il fumo e l’eccessivo consumo di alcool, che influiscono negativamente sulla salute degli organi riproduttivi.
  • Altro importante consiglio del ginecologo per rimanere incinta è quello di cercare, quanto più possibile, di prendere la vita con serenità, senza lasciarsi sopraffare dallo stress. Il nervosismo, infatti, è fra i principali nemici del concepimento: sotto stress, l’organismo tende a produrre cortisolo e adrenalina in eccesso, che possono inficiare la capacità di riprodursi. A questo scopo, attività distensive come lo sport, la meditazione, gli hobbies e tutto ciò che ci aiuti ad allentare la tensione sono un toccasana. Soprattutto, se la gravidanza tardasse ad arrivare, sarebbe importante mantenere un atteggiamento positivo e rilassato, e non vivere l’attesa con angoscia.
  • Effettuare, inoltre, controlli regolari dell’apparato riproduttivo per evitare affezioni è importante per preservare la propria fertilità.

Oltre a questi accorgimenti, poi, ti starai forse chiedendo come sia possibile aiutare il concepimento dopo aver avuto un rapporto. Ad esempio, è vero che restare sdraiate a lungo dopo l’amplesso aumenti le probabilità di concepire? No, si tratta di un espediente privo di fondamento scientifico, come ha confermato di recente anche una ricerca del VU University Medical Center di Amsterdam.

Se stai cercando di avere un bambino, quindi, l’unica cosa da fare è adottare uno stile di vita sano, curare il proprio benessere e cercare di vivere il momento con un atteggiamento il più possibile rilassato e sereno.

 

Qual è il momento migliore della giornata per rimanere incinta?

Un’altra tematica utile da affrontare in questa occasione è se esista una frequenza ideale nei rapporti per rimanere incinta. Quanto incide, sulla capacità di concepire, la frequenza dell’intimità?

A tal proposito esistono diverse “scuole di pensiero”. Secondo alcuni ginecologi, le probabilità di concepire aumentano se si hanno rapporti a giorni alterni oppure ogni giorno, durante il periodo fertile. Secondo altri, invece, la frequenza ideale sarebbe due volte alla settimana, basandosi sul presupposto che alcuni giorni di astinenza gioverebbero alla qualità del liquido seminale.

In ogni caso, tenere in considerazione il calendario della fertilità femminile risulta un valido strumento per aumentare le probabilità di restare incinta. Insieme ad un consiglio: evitare di far diventare l’intero percorso un’attività forzata e stressante, cercando di mantenere un atteggiamento sereno e positivo e di vivere con spontaneità la propria vita sessuale.

Detto ciò, quando concentrare i rapporti per rimanere incinta? Esiste un momento della giornata più propizio di altri? Secondo uno studio condotto dall’Università di Zurigo su oltre 7 mila uomini dal 1994 al 2015, la mattina presto risulterebbe il lasso di tempo più favorevole al concepimento, grazie alla migliore qualità dello sperma.

 

Fertilità femminile e attività fisica

Se stai cercando di avere un bambino, un altro fattore da tenere in considerazione è l’attività fisica. Fertilità femminile e sport, infatti, sono strettamente collegati: essere in forma, evitare il sovrappeso, stare all’aria aperta e preservare il proprio buonumore sono tutti effetti positivi del fare movimento, e influiscono senz’altro positivamente sulle probabilità di restare incinta.

Praticare uno sport di proprio gradimento, dunque, oltre a far bene alla salute è in grado di far aumentare naturalmente la fertilità femminile. Non sottovalutarlo se desideri allargare la famiglia! 

 

Cosa impedisce di rimanere incinta

Parimenti, ci sono alcuni fattori che, come anticipato, possono compromettere la capacità di concepire. Quando ci sono basse probabilità di rimanere incinta? Ecco che cosa più frequentemente può ostacolare una gravidanza:

  • Sedentarietà, sovrappeso e obesità;
  • Regime alimentare, abitudini e stili di vita scorretti: come sopra riportato, fumo e alcool in primis;
  • L’inquinamento atmosferico e la sistematica esposizione a prodotti o sostanze tossiche;
  • La presenza di affezioni all’apparato riproduttivo e di altre patologie, ad esempio l’endometriosi, la sindrome dell’ovaio policistico;
  • La presenza di problematiche riguardanti l’ovulazione (irregolarità o assenza di ovulazione);
  • La conformazione anomala delle tube di Falloppio (troppo strette oppure totalmente bloccate);
  • L’avanzare dell’età: la fertilità femminile, infatti, cala sensibilmente dopo i 30-32 anni, mentre quella maschile subisce generalmente una diminuzione dopo i 35.

Desideri restare incinta? Il consiglio è quello di vivere il più possibile in maniera sana, seguendo una dieta bilanciata, facendo movimento e facendo controlli periodici dal ginecologo per monitorare la salute. Se la tua età non è più giovanissima, potrebbe volerci più tempo: se ciò dovesse accadere, non scoraggiarti e cerca di vivere il momento con serenità e senza affanno (che è un altro dei nemici della fertilità).

 

Il termometro per il monitoraggio della fertilità

Per chi ha il desiderio di avere un figlio, in conclusione, vi sono diversi accorgimenti da seguire, soprattutto in merito al momento più favorevole per concepire. Per individuare i giorni fertili e aumentare, così, le probabilità di concepire, Medel ha messo a punto uno strumento di alta precisione e di semplice utilizzo: il termometro per la misurazione della temperatura basale.

Con questo dispositivo, ti sarà facile determinare il tuo periodo di fertilità e fare il  calcolo dei giorni fertili, in modo del tutto naturale e non invasivo. Contattaci per qualsiasi informazione possa esserti utile!

All products