La dieta dopo le feste per riacquistare il tuo peso forma

Gen
2020
08

Dopo le grandi abbuffate di Natale a base di pandoro e panettone o del Capodanno passato a mangiare cotechino e lenticchie, arriva il momento di fare i conti con la bilancia. Innanzitutto, non bisogna essere troppo severi con se stessi, infatti salire sulla bilancia dopo pochi giorni dalle feste non è una buona idea. Mettere su qualche chilo di troppo è anche abbastanza normale, l’importante è iniziare una dieta dopo le feste che sia equilibrata e mirata. Il concetto di dieta viene spesso distorto nell’immaginario comune e viene vista come una sorta di digiuno, alterando il metabolismo. L’organismo ha sempre bisogno di ricevere determinati nutrienti, purché si assuma la giusta dose di cibi ed alimenti, contenenti il quantitativo di vitamine e proteine appropriato.

I cibi detox per la dieta dopo le feste natalizie

All’inizio di una dieta dopo le feste natalizie, è importante assumere quei cibi cosiddetti “detox”, in grado di disintossicare l’organismo, espellendo tutte le sostanze, potenzialmente nocive e tossiche, presenti nel corpo. Durante le feste natalizie si esagera con insaccati, zuccheri, alcolici, grassi e carne rossa, motivo per cui è opportuno depurare il corpo con carne bianca, pesce, frutta e tanta verdura.

Una buona dieta post Natale non può proprio fare a meno della frutta, che aiuta il corpo a depurarsi dai metalli pesanti. L’arancia è una grande alleata della dieta poiché ha un alto contenuto di vitamina C che purifica il corpo e rinforza le difese del sistema immunitario. Il pompelmo contiene provitamina A, C, D e B1 ed è ottimo per la dieta dopo un’abbuffata, poiché diventa un importante alleato contro il colesterolo. Bisogna assumere, con una certa regolarità, anche il kiwi, ricco di vitamina C che contribuisce a donare equilibrio a tutte le funzioni dell’organismo. Tra gli ortaggi, meritano una menzione particolare la barbabietola rossa e il carciofo. La barbabietola rossa elimina le tossine negative presenti nel corpo ed aiuta a migliorare la circolazione. Si può aggiungere cruda o cotta, all’interno di frullati, insalate o zuppe. Il carciofo invece, favorisce la diuresi e abbassa i livelli di colesterolo cattivo, dando un generale senso di benessere psicofisico a tutto il corpo.
Inoltre, in una dieta dopo le feste natalizie non possono mancare le verdure ricche di fibre, sostanze antitumorali, sali e vitamine. Sono indicate, soprattutto, le verdure di stagione che riequilibrano il corpo, donando i giusti nutrienti, dopo un periodo di scompensi alimentari. Sarebbe preferibile consumarle crude, al massimo cotte al vapore, in modo da conservarne le proprietà organolettiche.

Come dimagrire dopo le feste: tè, tisane e frullati

Per seguire una dieta post feste equilibrata, è consigliabile assumere, con regolarità, tisane e frullati contenenti erbe, spezie, frutta e verdura.
Un buon tè riscalda e contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, eliminando le tossine. Il decotto di pungitopo stimola la diuresi, mentre il tè verde, ricco di antiossidanti, contribuisce a mantenere una pelle giovane e fresca; il tè alla menta, che contiene le vitamine A, C e D, è in grado di favorire la digestione ed eliminare le tossine in eccesso; infine, il tè all’ortica depura il fegato, i reni e le vie biliari, contribuendo a ripristinare le corrette funzionalità dell’organismo. Per dimagrire dopo le feste si consiglia di bere le tisane ricche di sali minerali ed antiossidanti, disponibili in numerose varianti per soddisfare ogni gusto. Tra gli ingredienti più gettonati ci sono: liquirizia, anice, foglie di frassino, tarassaco, acetosa, cardo mariano, foglie di betulla e ficus, semi di cumino, viola del pensiero, finocchio ecc. Ma anche i frullati sono un’ottima soluzione per dimagrire dopo le feste, in particolare quelli di frutta: mela, arancia, pompelmo, banana ma anche le versioni con la carota e la barbabietola rossa.

L’alleato per una dieta post abbuffata: la spezia

Anche le spezie giocano un ruolo fondamentale in una buona dieta post abbuffata, poiché aggiungono sapore ai cibi e forniscono importanti proprietà nutritive all’organismo. Curcuma, pepe e peperoncino forniscono una potente funzione anti-infiammatoria, utilissima per depurarsi e in grado di aumentare la combustione dei grassi, favorendo il processo di dimagrimento e ristabilendo il peso forma. Le spezie in una dieta post abbuffata possono essere aggiunte all’olio utilizzato per condire i piatti, così da dare un sapore più brioso ad ogni pasto. Altra preziosissima spezia è lo zenzero, ricco di antiossidanti per combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce, e capace di regolare la quantità di zuccheri, per migliorare la digestione e velocizzare il metabolismo.

Come mantenere il peso forma dopo il Natale

Dopo aver capito le possibili varianti di una dieta dopo le feste, a questo punto, sorge spontanea un’altra domanda: come mantenere il peso forma? Molto spesso, infatti, la parte più complicata non è tanto raggiungere il peso ideale, quanto, piuttosto, riuscire a mantenerlo.
Per mantenere il peso forma bisogna imparare anche a resistere alle tentazioni: qualche strappo alla regola è concesso, come ad esempio una pizza durante una serata con gli amici ma, già dal giorno successivo, è bene compensare con un pasto contenuto ed una bella corsetta. Lo sgarro può essere l’eccezione alla regola, senza farci, però, troppo l’abitudine. A tal proposito, lo sport è un’attività che non deve mai mancare, per smaltire i chili di troppo e tenere il corpo sempre in movimento. Inoltre, è necessario seguire uno stile di vita corretto ed equilibrato, compreso non andare a dormire molto tardi, per assicurarsi una buona qualità del sonno.

L’importanza dell’attività fisica per dimagrire dopo le feste

Per quanto sia fondamentale seguire una dieta, è altrettanto importante praticare una sana attività fisica per tornare in forma dopo le feste, per smaltire i chili in eccesso ed i grassi accumulati durante le abbuffate natalizie. L’assunzione massiccia di zuccheri, grassi e carboidrati, contribuisce all’aumento della massa grassa, che può portare a gonfiori ed un eccesso di sostanze nocive del corpo, che è necessario espellere.
Per riuscire a dimagrire dopo le feste, una delle migliori attività sportive, rimane il caro vecchio jogging. Chi è alle prime armi, dovrebbe iniziare gradualmente, magari con una camminata veloce di 15-20 minuti, per poi incrementare, fino ad un corsetta di 30-40 minuti.
Essendo in pieno inverno, l’ideale sarebbe riuscire a praticare qualche sport invernale come lo sci, il pattinaggio su ghiaccio, le ciaspolate sulla neve e, per i più temerari, lo snowboard. Ciclismo, trekking, nuoto e passeggiate all’aria aperta sono altre attività fisiche particolarmente indicate per dimagrire dopo le feste e per smaltire i grassi in eccesso, ritrovando il peso forma ideale.

Quando bisogna pesarsi?

Un’altra importante domanda da porsi è “quando bisogna pesarsi”? È utile sapere che, nel corso di una giornata, possono esserci diverse oscillazioni di peso, che forniscono risultati alterati e non veritieri. Durante il giorno, il peso corporeo può subire variazioni, addirittura fino a 2-3 chili, che dipendono da vari fattori come ad esempio ritenzione idrica, quantità di liquidi persi o assunti e riserve di glicogeno piene, derivanti da una notevole assunzione di carboidrati. Quando si calcola il peso forma, è necessario salire sulla bilancia alla stessa ora dello stesso giorno prestabilito, preferibilmente al mattino, appena svegli, quando il corpo non ha ancora subito le alterazioni della giornata. Il giorno ideale per pesarsi è il mercoledì, o comunque un giorno infrasettimanale, più abitudinario e lontano dai weekend, giorni della settimana in cui si tende a esagerare un po’ di più a tavola.

Una volta capito quando pesarsi, è opportuno sapere anche come pesarsi. Nel momento in cui si sale sulla bilancia, è necessario eliminare i pesi superflui: l’ideale sarebbe da nudi o, al massimo, con la sola biancheria intima. È preferibile pesarsi a digiuno e dopo essere andati in bagno. Ogni bilancia, a seconda delle condizioni ambientali, può mostrare risultati differenti: non bisogna, quindi, impressionarsi se la bilancia di casa fornisce dati diversi, rispetto alla bilancia della palestra o della farmacia. Ad ogni modo, per evitare errori, è preferibile utilizzare una sola bilancia per pesarsi. Inoltre, la bilancia deve trovarsi su una superficie perfettamente piana, antiscivolo e, una volta posizionata, non deve essere più spostata o girata, al fine di ottenere un risultato il più preciso possibile.

Calcolare il peso forma ideale per le donne

Quando si calcola il peso forma ideale per le donne bisogna tenere in considerazione un aspetto fondamentale: la bilancia calcola il peso corporeo, nel suo complesso, e non solo il grasso corporeo. Tra le componenti che vengono pesate sulla bilancia, quindi, ci sono anche sangue o liquidi corporei, organi, muscoli e ossa. Una perdita di peso non può essere attribuibile esclusivamente alla riduzione di grasso, così come un aumento di peso, potrebbe essere collegato, invece, alla crescita della massa muscolare, e non necessariamente a quella grassa. Le bilance moderne, sono in grado di misurare il peso nella sua totalità, insieme ad altri fattori fondamentali per la salute, come la percentuale di grasso corporeo o la frequenza cardiaca.

Se si calcola il peso forma ideale da raggiungere con una dieta, solitamente già dai primi giorni, si riscontra una notevole perdita di peso. Tale cambiamento, però, non è dovuto strettamente allo smaltimento dei grassi in eccesso, quanto piuttosto alla perdita di liquidi. Se si inizia una dieta e si perdono subito chili, vuol dire che la strada intrapresa è quella giusta, tuttavia non bisogna farsi prendere da facili entusiasmi, che potrebbero portare subito a concedersi qualche strappo di troppo. In linea di massima, per calcolare il peso forma ideale è necessario prevedere un buon piano di dimagrimento, mirando ad una perdita di peso tra i 300 ed i 500 grammi di grasso corporeo alla settimana. Le informazioni fornite dalle bilance digitali devono essere lette con cautela, in base al proprio obiettivo, tenendo conto di determinati fattori come ritenzione idrica, maggiore peso dei muscoli rispetto al peso del grasso e riempimento dello stomaco e dell’intestino.
Per interpretare al meglio i dati forniti dalla bilancia, è consigliabile seguire alcuni piccoli trucchi. Fare foto al proprio fisico, con cadenza settimanale, ad esempio, è un’ottima idea per monitorare le variazioni del corpo, indipendentemente dal peso e comprendere se è stato calcolato correttamente il peso forma ideale. Altro consiglio molto utile, è provare a fare il cosiddetto test dei vestiti: innanzitutto, bisogna acquistare un paio di jeans, una t-shirt o qualsiasi altro capo d’abbigliamento della propria taglia attuale, o di quella che si desidera raggiungere; ogni 2-3 settimane ci si deve riprovare quel capo d’abbigliamento, per verificare se lo si riesce ad indossare oppure se è diventato troppo grande o troppo piccolo. Infine si può utilizzare una bilancia pesapersone per misurare la percentuale di grasso corporeo, oppure un semplice metro a nastro, per misurare la circonferenza.

All products