Vantaggi e benefici dell’aerosol per tutte le età

Giu
2019
17

L’aerosolterapia è un tipo di trattamento che, a differenza di quel che si pensa di solito, non è adatto solo ai bambini, ma è destinato a garantire vantaggi importanti a tutte le età. Poche terapie possono vantare i benefici dell’aerosol proprio perché le controindicazioni sono davvero poche.

Attraverso un dispositivo per aerosol, il farmaco viene trasformato in tante piccolissime particelle (MMAD) al fine di raggiungere più facilmente la via aerea che deve essere curata: la risposta terapeutica è estremamente rapida. Un altro beneficio è che si ha a che fare con dosaggi di cura più bassi rispetto alla norma.

Quali sono i vantaggi dell’aerosolterapia?

Uno dei vantaggi dell’aerosolterapia riguarda il fatto che gli effetti indesiderati a cui si potrebbe andare incontro sono inferiori a quelli potenzialmente correlati a modalità d’assunzione differente.

I nebulizzatori possono essere utilizzati da tutti, dal momento che sono adatti sia per gli adulti che per i bambini, senza distinzioni di età. In particolare, sono raccomandati anche in caso di malattie respiratorie a uno stadio grave. I benefici che derivano dall’aerosol sono molteplici: non solo la semplicità di utilizzo, ma anche l’assenza di dolore, per una terapia che è a tutti gli effetti non invasiva.

Quando conviene scegliere l’aerosolterapia

I vantaggi che caratterizzano l’aerosolterapia non si esauriscono certo qui. Un altro tratto distintivo riguarda la possibilità di combinare nello stesso momento terapie differenti e ciò vuol dire avere la possibilità di personalizzare la cura a seconda delle specifiche esigenze del singolo. Tra i benefici dell’aerosol vi è un maggiore senso di sicurezza anche per i genitori più apprensivi, in quanto svolge un ruolo di natura psicologica: consente di osservare la terapia che viene assunta dai bambini in modo efficace a prescindere dalla capacità di coordinare l’inalazione e l’erogazione.

Per trarre ulteriori benefici dall’aerosol, si consiglia di praticare la terapia in qualsiasi contesto e momento dell’anno, poiché è possibile curare sia i malanni stagionali che effettuare il trattamento di patologie croniche. Ad esempio, la nebulizzazione è preziosa per contrastare i sintomi dei virus parainfluenzali, soprattutto se associata con la doccia nasale.

Grazie al calore del vapore, con l’effetto umidificante delle microparticelle di acqua, è possibile, inoltre, alleviare la sensazione di secchezza della gola (tipicamente associata alla tosse grassa), portando grandi benefici per tutte quelle patologie che accompagnano non solo le comuni influenze ma anche eventuali colpi di freddo. L’aerosol porta benefici contribuendo a fluidificare l’eventuale muco, concentrato ed ostico da espellere, facilitandone l’eliminazione in maniera naturale e non invasiva.

Non va dimenticato, inoltre, la quasi totale assenza  di eventuali effetti collaterali, nettamente inferiori a quelli determinati dalla somministrazione sistemica. Questo perché, diverse sostanze farmacologiche assunte per via inalatoria, vengono rese inattive dagli enzimi polmonari, proteggendo di fatto il sistema da eventuali trattamenti aggressivi.

A che età si può iniziare l’aerosolterapia

Non esistono limiti minimi né massimi di età per effettuare l’aerosolterapia: essa infatti può essere praticata anche nei bambini al di sotto dei due anni di età, essendo controindicato il ricorso ai farmaci mucolitici nei primi anni di vita. All’interno del serbatoio dello strumento per l’aerosol è possibile introdurre soluzioni con un’azione riequilibrante e lenitiva: tra queste ci sono, appunto, le soluzioni isotoniche all’acqua di mare, facilmente reperibili in farmacia.

Queste soluzioni contengono sali minerali che permettono di aumentare gli effetti del vapore sia dal punto di vista terapeutico che in un’ottica di prevenzione. Per ottenere maggiori benefici dall’aerosol le somministrazioni possono essere ripetute più volte nel corso della giornata e non si riscontrano problemi neppure nel caso in cui dovessero essere prolungate per periodi più lunghi.

A qualsiasi età, l’aerosolterapia può prevedere l’impiego di soluzioni isotoniche ma anche di soluzioni ipertoniche, per le quali è prevista una concentrazione di sali più elevata. Gli effetti sono diversi: in una soluzione isotonica, la concentrazione salina è pari allo 0.9% e genera un effetto decongestionante; in una soluzione ipertonica, invece, la concentrazione salina è pari al 3% e l’effetto consiste nell’espellere facilmente il muco ispessito. Mentre le soluzioni isotoniche fluidificano le secrezioni dei bronchi e del naso, contribuendo a umidificare le mucose, quelle ipertoniche richiamano l’eccesso di acqua che è presente all’interno delle cellule edematose.

All products